Corsi per volontari

Credito Sociale

DARE CREDITO ALL’INCLUSIONE SOCIALE

LA REGIONE TOSCANA RINNOVA L’INIZIATIVA A PARTIRE DAL 21 APRILE 2015

MICROCREDITO

Il prestito della Regione Toscana in sostegno delle persone economicamente e socialmente vulnerabili

 Anche la Regione Toscana ha messo a punto una strategia con l’obiettivo di aiutare le persone vulnerabili economicamente e socialmente, stanziando 5 milioni di euro per sostenere con prestiti fino a 3000 euro le persone e le famiglie in condizioni di “fragilità economica”.

PER ACCEDERE ALLA DOMANDA DEVI AVERE I SEGUENTI REQUISITI:

– cittadinanza di un paese dell’Unione Europea, oppure, in mancanza di questa, il possesso della carta di soggiorno o di un regolare permesso di soggiorno;

– la residenza anagrafica in un comune della Toscana;

– età superiore ad anni 18;

– assenza di condanne definitive;

– valore ISEE non superiore ad euro 15.000;

– specifiche condizioni di povertà personale o familiare, in linea con quanto indicato nel progetto ammesso ai benefici finanziari.

I destinatari saranno individuati tra i soggetti in particolari condizioni di difficoltà personale o familiare ed in una situazione economica, temporanea e contingente, che non consente loro di sostenere spese necessarie per motivi di salute o connesse alla situazione familiare, allo ggiativa, scolastica, formativa e lavorativa.

L’importo massimo del contributo per ciascun beneficiario è pari ad euro 3.000.

È POSSIBILE PRESENTARE LA DOMANDA DI PRESTITO SOCIALE PRESSO IL CENTRO DI ASCOLTO SVS SOLO IN SEGUITO AD APPUNTAMENTO CON L’UFFICIO SOCIALE.

PER MAGGIORI INFO O PER FISSARE UN APPUNTAMENTO, CONTATTARE IL NUMERO 0586.896040 int. 5 OPPURE INVIARE UNA MAIL ALL’INDIRIZZO svssociale@pubblicaassistenza.it

 

I documenti necessari da allegare alla domanda sono:

– copia del documento di identità

– copia del codice fiscale

– copia del permesso/carta di soggiorno di soggiorno (se richiedenti non comunitari)

– copia modello ISEE con data non anteriore a 6 mesi

– documentazione relativa ad eventuali mutui/prestiti/finanziamenti con finanziarie

– contratto di locazione

– documentazione utile a motivare la richiesta (preventivi di spesa, utenze non pagate, lettere di messa in mora, protesto, sfratto)

– modello cud o ultima busta paga

– certificato di disoccupazione rilasciato dal centro per l’impiego

 

La SVS ha partecipato al bando regionale con i partner con i quali già opera per il microcredito locale, aggiudicandosi un punteggio alto, che l’ha collocata al secondo posto della graduatoria finale. Ciò permette ai cittadini livornesi di poter usufruire anche di questa opportunità, grazie alla presenza sul territorio dei Centri di ascolto, tra i quali quello di SVS, ai quali si possono rivolgere le persone interessate. Grazie ai progetti pervenuti si è realizzata una rete di 250 Centri di ascolto in tutta la Regione Toscana, tra cui il Centro di Ascolto SVS, che operano in stretto contatto con i servizi sociali del territorio. Naturalmente la priorità è data alle famiglie numerose, con presenza di disabilità grave, con figli minori e nuclei monoparentali. La restituzione potrà avvenire in 36 mesi con rate molto basse o attraverso i lavori socialmente utili. Il progetto territoriale di Livorno, con capofila la Diocesi locale, vede coinvolti SVS, Caritas, Ippogrifo e Cesdi e si chiama “Dare credito all’inclusione sociale”.

pubbliche150cnv_logo_colore_testo volontarisanremo mutuosoccorso lasolidarietavolontaripalestrinaarci 2