Corsi per volontari

Un bene comune inclusivo e affidato alla cura dei giovani

Un olivo, un parco, un gruppo di giovani e tanti significati dietro il progetto “Un giardino in mano ai giovani”, realizzato con il Bando “Giovani e beni comuni” 2018 del Cesvot, finanziato con il contributo di Regione Toscana Giovanisì in accordo con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Significati che simbolicamente sono stati rappresentati dall’albero di ulivo piantato all’interno del Parco di via Garzelli, oggetto di questo progetto, che sarà restituito  alla cittadinanza con il completamento dell’area giochi grazie all’altalena inclusiva, che sarà installata entro la fine di maggio e i laboratori di animazione territoriale con il coinvolgimento dei volontari delle associazioni che insieme a noi hanno proposto il progetto: Avo, Arci Solidarietà, Auser e Associazione Radio Fides Club. Un parco che ha subito l’alluvione del settembre 2017 e che oggi rinasce a nuova vita, affidandosi alla filosofia del rispetto e della cura del bene comune, coinvolgendo tanti giovani in un’esperienza educativa.